Attività di ricerca

Presentazione

Il Dipartimento intende incentivare lo studio su fenomeni giuridici che non è possibile cogliere nella loro interezza e complessità laddove affrontati isolatamente nell’ambito delle singole discipline scientifiche. promuovere uno studio sistematico e una costante riflessione circa le profonde trasformazioni riguardanti la struttura e il funzionamento dello Stato nel momento storico attuale, caratterizzato da processi di globalizzazione, spinte al decentramento (federalismo, sussidiarietà), ripetuti interventi di riforma del sistema giudiziario e del processo penale, crescita del ruolo della “società civile” nella vita pubblica (organizzazioni non governative, società non-profit, enti e associazioni rappresentative di interessi diffusi).

I principali indirizzi di ricerca sono:

  • diritto romano pubblico e privato e forme processuali;
  • magistrature e cultura giuridica nel Mezzogiorno d’età moderna;
  • il processo in età moderna e contemporanea;
  • la cultura giuridica nel processo di formazione dello Stato;
  • il diritto tra certezza e incertezza;
  • le fonti del diritto del lavoro tra legge, autonomia collettiva e giurisprudenza;
  • le nuove regole del diritto del lavoro del terzo millennio;
  • il rapporto di lavoro tra contratto e organizzazione;
  • immigrazione e diritti della personalità;
  • la carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea;
  • cartolarizzazione dei crediti e finanziamento delle imprese;
  • storia del processo in età moderna e contemporanea;
  • tutela sommaria cautelare e non;
  • procedimenti in camera di consiglio;
  • processo delle locazioni;
  • processo civile e Corte di Giustizia della Comunità Europea;
  • il processo civile dinanzi al tribunale per i minorenni;
  • gli strumenti finanziari fra situazioni giuridiche soggettive e contratto;
  • società e mercati nell’era della globalizzazione;
  • la disciplina giuridica del commercio internazionale per il terzo millennio e i suoi rapporti con il diritto internazionale generale;
  • la carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea;
  • il giudizio innanzi al giudice amministrativo;
  • la giustizia amministrativa nella Costituzione;
  • gli enti e le associazioni rappresentativi di interessi lesi dal reato tra poteri di intervento e diritto al risarcimento del danno;
  • abuso d’ufficio e conflitto d’interessi;
  • i nuovi statuti regionali: in particolare, Puglia, Basilicata e Molise;
  • struttura, funzioni e poteri delle agenzie fiscali;
  • l’investigazione penale;
  • la disciplina delle prove nel processo penale e i modelli differenziati di accertamento penale, anche in prospettiva sovranazionale e comparata;
  • l’organizzazione della giustizia penale;
  • la politica criminale in materia processuale;
  • il decentramento territoriale: le funzioni legislative e amministrative;
  • il linguaggio giuridico.